3 motivi per cui il web marketing non funziona (anche se lo stai facendo bene)

pagina-consigli

Non so se ti è mai capitato.

Di vedere un tuo concorrente o un tuo collega che compie le stesse cose, applica le stesse strategie, usa gli stessi strumenti del web nel tuo stesso settore a pochi metri da te… ed ottiene inspiegabilmente più risultati.

Fa male, te lo posso assicurare.
All’inizio parli di fortuna, magari la sua agenzia web conosce cose che noi umani non possiamo neanche immaginare, o forse utilizza hacker che lavorano giorno e notte per far aumentare le prenotazioni.

Eppure hai seguito alla lettera quello che ti è stato consigliato, le logiche sui cui stai lavorando tornano e non sei vittima di qualche venditore di fuffa sul web.

Cosa succede? Perché? Nuvole fantozziane che si sono accanite sulla tua gestione? O c’è dell’altro?

Ho una buona notizia ed una cattiva.
Che faccio? Parto dalla cattiva.

Ci sono dei motivi che esulano dal web marketing per i quali puoi investire tutti i soldi che vuoi, circondarti dei migliori consulenti sul mercato ma comunque non otterrai i risultati che ti aspetti.
Se prima non affronti i 3 cavalieri dell’apocalisse, ovvero i tre problemi che affliggono la maggior parte di chi fa business in Italia e che ne compromettono la crescita (se non la sopravvivenza) rischi di “girare a vuoto”.


Adesso te li mostro uno ad uno.

1. Mancanza di focus e di differenziazione dalla concorrenza.

Se non sei leader nel tuo mercato di riferimento (bilanci alla mano), devi trovare un posto nella mente delle persone con una parola che non possiede nessun altro dei tuoi concorrenti.
E poi focalizzartici sopra per rispondere a tutte le esigenze di quella tipologia di target che hai scelto.

Vuoi un esempio nel turismo? Ci sono hotel che si sono specializzati SOLO per accogliere ospiti Vegani, altri per accogliere solo giovani dai 16 ai 35 anni, altri ancora solo per famiglie o clienti di lusso e via dicendo.

Attenzione, la tua focalizzazione deve avere senso con un mercato di riferimento abbastanza ampio (analizzato in precedenza).

Capisci bene che se costruisci tutti i tuoi servizi per soddisfare le esigenze e i desideri di un target ben preciso tutto diventa più facile, anche il web marketing.

Più sei generalista invece, e più devi creare linguaggi, offerte, servizi e caratteristiche diverse tra di loro perdendo la tua forza comunicativa e andando a sbattere sull’unica leva che ti rimane: il prezzo.

 

2. Cattiva Reputazione

Eh già. Possiamo stare per ore a parlare di miglior posizionamento SEO di tutti, booking engine straordinari, canali social che esplodono, liste di email infinite a cui mandare offerte, siti super usabili eccetera eccetera ma se hai una pessima reputazione (offline e online) serve a ben poco.

Anzi, rischi di fare ancora più danni alla tua immagine dato che prometti più di quel che dai e  e sul web c’è già chi dice che non è vero (facendolo sapere a tantissime altre persone).

Che ti piaccia o meno, le persone nel processo che le porta a prenotare un hotel includono le opinioni dei portali che ben conosci.

Se vuoi che il web marketing porti risultati, il tuo servizio deve funzionare. Niente miracoli sulla 34° strada.

Il marketing online è un amplificatore di quello che già di buono fai (e non fai).
Per questo se non l’hai ancora letto questo articolo sull’overdelivery (dare più di quello che si ha promesso) fa proprio a questo caso.

 

3. Un sistema di vendita non all’altezza

Molte persone credono che web marketing voglia dire fare cose online per il quale il loro fatturato deve automaticamente aumentare.

Come il marketing,  il web marketing serve a mettere le persone in target con il tuo servizio nella condizione di acquistare o riacquistare da te. Dico e ripeto nella-condizione-di-acquistare-da-te.

Te la provo a spiegare in un’altra maniera.

Da una parte hai l’aviazione (marketing) che bombarda il muro di diffidenza tra te e il tuo potenziale ospite, dall’altra hai la fanteria (la vendita) che conquista il territorio e pianta  con orgoglio la bandiera come i soldati americani a Iwo Jima.

Se però non hai sviluppato un buon sistema di vendita (che sia all’interno del sito web o attraverso chi sta alla reception) puoi generare centinaia di contatti interessati ma non vedere alcun nuovo bonifico sul tuo home banking.

Come vedi il web marketing ti può aiutare, ma fino ad un certo punto.

Quindi, prima cosa da fare è domandarti su ognuno di questi punti in che situazione sei (buona? discreta? disastrosa?).
Secondo, comincia a capire cosa puoi fare per migliorare le problematiche con una pianificazione a medio-lungo termine (non è che domattina ti svegli e ti specializzi su un target, chiaramente è un percorso e così vale per la reputazione e per il sistema di vendita)

Terzo, nel frattempo che continui ad utilizzare il web marketing quando le cose non funzionano prova a vedere se sono associabili ad uno di questi 3 problemi e utilizzali come feedback per migliorarti.

Ok ok lo so.
Sei arrivato a fine articolo solo per la buona notizia.


Carissimo, la buona notizia è che adesso sai perché il tuo web marketing può non funzionare e su cosa devi lavorare. Fidati, che conoscere quale direzione prendere in un mondo di chi ti dice tutto e il contrario di tutto ti fa risparmiare un’infinità di tempo e  soldi.

Ora sei consapevole che il web marketing anche se impostato bene può non portare i risultati attesi e hai una linea guida per capire il perché.

Se vuoi comprendere quanto il tuo web marketing è efficace in relazione a questi tre pilastri, contattaci.